Fisco: ok Ecofin a nuova lista nera paradisi

Remigio Civitarese
Marzo 14, 2019

A stilarla l'Ecofin. Alle cinque giurisdizioni che già ne facevano parte (Samoa americane, Guam, Samoa, Trinidad e Tobago, Isole Vergini degli Stati Uniti) si aggiungono Aruba, Barbados, Belize, Bermuda, Dominica, Figi, Isole Marshall, Oman, Emirati Arabi Uniti, Vanuatu.

L'Ue ha aggiornato la lista nera delle giurisdizioni fiscali non cooperative, o paradisi fiscali, che da cinque soli Paesi passa a 15.

Immediata la reazione del vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis, che ha replicato garantendo l'applicazione obiettiva di specifici "criteri" per stabilire chi dovesse finire nell'elenco delle giurisdizioni fiscali non collaborative e non trasparenti. Oggi 7 Stati sono stati trasferiti dalla lista grigia a quella nera perché non hanno ancora raggiunto tale obiettivo. La presenza alla presidenza della Commissione europea del lussemburghese Jean-Claude Juncker, che da premier e ministro delle Finanze fu gran promotore del paradiso fiscale nel suo Granducato, ha provocato ulteriori perplessità sulla effettiva volontà dei governi Ue di combattere l'evasione delle tasse su base transnazionale.

La nuova lista di paradisi fiscali ha provocato le reazioni negative di molti, a causa dell'assenza di alcuni paesi frequentemente considerati paradisi fiscali. "Al contrario, i Paesi che non hanno rispettato gli impegni, sono stati inseriti nella lista nera e dovranno affrontare le conseguenze che ciò comporta".

Oggi, in particolare, erano state Italia ed Estonia a esprimere le loro riserve sulla reintroduzione nella black list, cedendo solo alla fine.

Al momento sono trapelate alcune indiscrezioni sui possibili nuovi componenti della lista nera che potrebbero tornare a comprendere anche gli Emirati Arabi, depennati nel gennaio 2018 dopo un iniziale inserimento nella black list.

"Ma in ogni caso tutto sarà risolto appena questa legislazione verrà approvata".

"La nostra opinione rimane, ma ovviamente - ha concluso Tria -terremo conto anche dell'opinione degli altri in cerca di una soluzione positiva".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE