Furto di opere d'arte, rubata la Crocifissione di Bruegel il Giovane

Brunilde Fioravanti
Marzo 15, 2019

Due criminali sono entrati nella chiesa di Santa Maria Maddalena a Castelnuovo Magra, nella provincia di La Spezia in Liguria. Non è il caso degli ignoti in questione che, pur andando a colpo sicuro, scardinando con una mazza la teca a protezione dell'opera, avrebbero rubato un falso.

Il quadro è considerato un capolavoro dell'arte fiamminga, "un'opera dall'inestimabile valore, un duro colpo per la nostra comunità", come dichiarato dal sindaco di Castelnuovo Magra, Daniele Montebello, commentando il furto della Crocifissione di Bruegel, "Credo sia un furto mirato: all'interno della stessa chiesa ci sono altre due opere importanti" ha aggiunto il primo cittadino. I carabinieri hanno deciso di metterla al sicuro, sostituendola con una copia e installando alcune telecamere. Montebello, tra l'altro, è stato uno dei primi a parlare dopo l'accaduto: "Oggi per esigenze investigative non potevamo svelare nulla".

Il quadro è la "Crocifissione", e risale al Seicento: è dipinto su cinque tavole di rovere ed è una copia di un famoso quadro andato perduto di Pieter Bruegel il Vecchio, le cui opere furono in molti casi ricopiate dal figlio. La scena si svolge in un'ambientazione nordica e rappresenta un momento di vita quotidiana del '600 che diventa al tempo stesso cornice e protagonista. Una storia particolare, quella del quadro dipinto dal celebre pittore fiammingo: donato da una famiglia benestante poco più di un secolo fa, durante la Seconda guerra mondiale fu nascosto per impedire all'armata tedesca di sottrarlo. A distanza di 38 anni la storia si è ripetuta, ma i ladri questa volta si sono trovati in mano una copia, e con il fiato delle forze dell'ordine sul collo, che ora indagano a tappeto forti delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze di alcuni cittadini che si trovavano davanti alla chiesa proprio durante il furto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE