Mediaset, nel 2018 l’utile cresce a 471 milioni di euro

Cornelia Mascio
Marzo 15, 2019

Mediaset ha comunicato i dati di bilancio relativi al 2018.

Nel 2018 Mediaset ha registrato un utile di 471 milioni rispetto ai 90 milioni dell'anno precedente, in gran parte per la plusvalenza della cessione della quota di Ei Towers. Senza considerare l'operazione, i profitti sarebbero ammontati a 97,3 milioni di euro. I ricavi si sono attestati a 3,4 miliardi (da 3,55 miliardi).

Scende del 28,6% a cambi correnti il risultato netto di Autogrill nel 2018, che si attesta a 68,7 milioni di euro dai 96,2 milioni del 2017 dopo i costi cosiddetto del "patto intergenerazionale" in Italia - l'accordo sui prepensionamenti volto a favorire l'assunzione stabile di giovani -, altri programmi di efficientamento e altre voci, incluse le spese per le acquisizioni.

Il 2018 si chiude con un risultato netto in crescita del 43,6% per il Gruppo Caltagirone. In flessione l'ebit adjusted pari a 2,8 miliardi, con un calo del 4% rispetto al 2017. Significativo in entrambi i Paesi l'impatto della raccolta pubblicitaria.

Bene l'andamento della pubblicità: in Italia i ricavi pubblicitari lordi sono cresciuti passando dai 2.095,4 milioni del 2017 ai 2.112,2 milioni del 2018. Da tempo si parla della definizione di un merger con il gruppo francese Tf1 e con la tedesca ProsiebenSat.1. "Con l'obiettivo di rendere ancora più solida la struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo, nonché di avere le risorse adeguate per cogliere tutte le opportunità di mercato in ambito internazionale" il cda Mediaset ha deciso "di riportare l'utile a nuovo, riservandosi peraltro di esaminare nuovamente la decisione nella riunione del Cda del 25 luglio 2019". Nel dettaglio delle aree geografiche, in Italia il Risultato netto cresce a 367,9 milioni di euro rispetto ai -9,9 milioni di euro del 2017. La generazione di cassa caratteristica di Gruppo ammonta a 211,7 milioni di euro ed è in deciso miglioramento rispetto al 2017 (116,9 milioni di euro).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE