Europee: Cacciari, 'io candidato Pd? dipende da mosse Zingaretti'

Remigio Civitarese
Marzo 17, 2019

E non ha ancora completamente realizzato le promesse con le quali (reddito di cittadinanza su tutte) aveva conquistato una larga parte dell'elettorato, soprattutto nel Sud, attirato dalla possibilità di ricevere una pensione o un assegno mensile senza particolare fatica.ma la realtà adesso sembra diversa.

Questo dato è molto più basso rispetto alle elezioni che si tennero quando venne eletto Pier Luigi Bersani nel 2009 con circa 3 milioni di votanti, ma è comunque importante e conferma la volontà dell'elettorato di centro sinistra di voler cambiare qualcosa. La vitalità del Partito è aumentata in quanto il nuovo segretario porta e porterà voti.

"Voglio dire che l'impianto culturale della Lega ha un grande punto debole: al di là della differenza etica che ci distingue, le loro ricette politiche non si fondano sul riscatto della persona e del Paese, ma sull'odio e la ricerca del capro espiatorio". Unità è proposito scontato per chi assume la guida di un partito. "Per questo il nuovo Pd mette al primo posto il lavoro, lo sviluppo e la sostenibilità ambientale". Ed è quello che stiamo già facendo.

Le problematiche, come detto, abbondano; tuttavia vi sono dei dati sicuramente positivi che illustrano un segno di controtendenza rispetto alla situazione di stallo che si era venuta a creare subito dopo il referendum proposto da Renzi. Anche il simbolo del partito con Zingaretti si è rafforzato: alle europee il 60% di coloro che votano il centrosinistra afferma che il partito dovrà presentarsi con il proprio simbolo mentre sono scarsi coloro che negano la validità del simbolo all'interno del partito, uno striminzito 25%, meno della metà di coloro che affermano che il simbolo deve essere mantenuto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE