Inter, Bergomi spiega: "La frase era riferita ad un ragazzo in tribuna"

Paola Ditto
Marzo 17, 2019

Era riferito a questo ragazzo. Ma prima che il numero 9 nerazzurro, che non scende in campo da circa un mese, ufficialmente per un problema al ginocchio destro, possa tornare a dare una mano alla squadra è necessario che lo stesso riesca a sciogliere qualche importante nodo: tra cui il rapporto con i compagni e l'intesa con il tecnico Luciano Spalletti, che in un momento così delicato della stagione vorrebbe ritrovare i gol del suo ex capitano. Martedì ho fatto la Juve, faccio la telecronaca di tutte le squadre. Questa cosa voglio spiegarla per l'ultima volta. Sarebbe una follia esonerare Spalletti ora: a fine campionato si può, ma non ora, perché se poi l'Inter non andasse in Champions con un nuovo allenatore Spalletti potrebbe dire di averla lasciata in Champions e poi non c'è andata più! "La Juventus ha fatto una grandissima partita, non si può dire il contrario".

Beppe Bergomi si lascia andare a una parolaccia in diretta, senza sapere di essere ancora collegato: "Che p...e che p...e". Ma é un uomo intelligente, sa apprezzare il calcio, il bel calcio e sa, quando serve, criticare il calcio non proprio esaltante, gli interventi sbagliati i comportamenti scorretti, un uomo che sa di calcio come pochi altri.

Immagini pronte a viaggiare rapide sulla rete con Beppe Bergomi che si è reso protagonista di un imprevisto scivolone.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE