Champions: ko 2-1 con Ajax, Juve fuori

Brunilde Fioravanti
Aprile 17, 2019

Loro sono belli e forti. Ma è logora in molti elementi chiave e può essere migliorata soltanto da un progetto tecnico diverso da quello di Allegri, più che da un mercato stellare comunque impossibile, visto che i migliori non sono in vendita. Molte volte, il suo turnover non ha convinto, come non hanno convinto le sue scelte nelle partite chiave della stagione.

Juventus-Ajax atto secondo, con il match valevole per il ritorno dei quarti di finale della Champions League che andrà in scena questa sera martedì 16 aprile allo Stadium, fischio di inizio alle ore 21.00, dopo il pareggio per 1-1 nella gara di andata.

Andrea Agnelli, presidente della Juventus, è arrivato al ristorante "Il Cambio" alle 13.07 per il consueto pranzo Uefa. E lo faremo di nuovo certamente con Allegri. "Sì, ha un anno di contratto e a fine stagione ci riuniremo per ridiscuterlo" ha assicurato il presidente della Juventus. Il tempo passa, Messi fa furore e adesso è il tempo delle domande, più che delle risposte. Con l'operazione CR7 la Juve ha fatto un passo in avanti.

Si torna allo stadio dopo l'impresa contro l'Atletico. E forse su questo dovrebbero porsi qualche domanda a Torino. Crollerà il titolo in borsa, e ci si avvia a un bilancio in profondo rosso. L'operazione Ronaldo era stata fatta per aggiungere quel poco che mancava per vincere la Champions League. Ma questi sono pensieri da calcio mercato. La mancata permanenza del marchio Juve nei mercati internazionali della fase clou della Champions, da qui a giugno, non sarà indolore.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE