Sgarbi: "Notre Dame non è irreparabile"

Remigio Civitarese
Апреля 17, 2019

"È un dramma ma non una tragedia". Non è una data che rimarrà nella storia come una catastrofe perché non c'è un morto, non c'è un'azione di terrorismo, non c'è una violenza. La storia di Notre-Dame non è quella di uno dei grandi monumenti della storia dell'arte, ma quella di uno spazio molto spirituale che uno ha visitato e di cui ha sentito l'aura, è quella che si rimpiange - sottolinea Sgarbi -.

Sgarbi è convinto che "l'architettura di Notre Dame è largamente ricostruita e potrà esserlo ancora, il danno non è irreparabile, entro dieci anni potrebbe essere riaperta".

"Io mi vergognerei di queste dichiarazioni", urla lo psichiatra al critico d'arte, che contrattacca così: "Quella di Meluzzi è pure retorica di una mente ottenebrata che non sa distinguere tra le opere d'arte e le cartoline". "È una tragedia legata a un simbolo perfettamente recuperabile". Non possiamo credere di non poter ricostruire qualcosa che è stato fatto nel 1800.Dobbiamo essere attenti la prossima volta che si fa un restauro a mettere le impalcature in sicurezza.

"All'interno non ci sono opere antiche - prosegue Sgarbi - ci sono i muri e alcuni affreschi del secondo 800".

A Sky tg24, Sgarbi ha ricordato infine che il rogo scoppiato a Notre Dame "è stato un incendio assolutamente casuale, non c'è nulla che abbia a che fare con simbologie tragiche come 'muore la civiltà cristiana'. I finanziatori hanno già raccolto 300 milioni di euro, sono più che sufficienti per restaurare la chiesa". Ditemi un nome, ditemi un monumento, una statua, una scultura. La parte importante è nelle due torri, restate intatte.

Altre relazioni

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE

ULTIME NOTIZIE

ALTRE NOTIZIE