Conad rileva supermercati Auchan in Italia

Cornelia Mascio
Mag 14, 2019

Grandi novità per il mercato della grande distribuzione organizzata in Italia.

Un bel colpo, insomma, che proietta Conad - che conta già su 3.225 punti vendita - nella sfida contro un altro gigante della grande distribuzione in Italia, Coop, apprestandosi a diventare a diventare la prima catena distributiva nazionale. Entra così in Conad una parte importante dei circa 1.600 punti vendita di Auchan nel nostro Paese: ipermercati, supermercati, negozi di prossimità a marchio Auchan e Simply, disposti sul territorio "in modo complementare alla rete Conad", ha detto l'amministratore delegato Francesco Pugliese. La Catena Conad ha appena annunciato di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione della quasi totalità delle attività di Auchan Retail Italia.

Saranno dunque coinvolti nella cessione 46 ipermercati e 230 supermercati dislocati per l'intero territorio italiano, ad eccezione dei 33 supermercati siciliani a marchio Simply Sma per i quali sembrerebbe già avviato un percorso per il rilevamento da parte di un gruppo imprenditoriale locale.

L'operazione, fa sapere l'azienda in una nota, sarà perfezionata solo in seguito allìapprovazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in Italia.

Non sono compresi in questo accordo i supermercati gestiti da Auchan Retail in Sicilia e i drugstore Lillapois.

"Siamo soddisfatti di aver acquisito e riportato nelle mani di imprenditori italiani una rete di distribuzione di grande valore, che sta attraversando un periodo di difficoltà ma che ha grandi potenzialità ed è complementare a quella di Conad".

"Desideriamo migliorare l'attuale difficile situazione delle attività di Auchan Retail in Italia e permettere a Conad di continuare, attraverso questa acquisizione, il suo ambizioso piano di sviluppo nel Paese", ha dichiarato il presidente di Auchan Retail Edgard Bonte. L'acquisizione sarà condotta da Conad con il supporto di WRM Group, società specializzata nel real estate commerciale.

E i sindacati chiedono garanzie sul futuro dei quasi 20 mila lavoratori interessati dal passaggio: "Non è accettabile che questa acquisizione possa determinare esuberi e licenziamenti, o anche sensibili peggioramenti delle condizioni attuali di lavoro", ha avvertito la Filcams-Cgil. Da quel momento, Auchan uscirà completamente dal mercato italiano. La quota di mercato salirà infatti dal 13% al 19% con un fatturato aggregato che, con riferimento ai dati 2018, si attesterà a 17,1 miliardi di euro.

"Questa è la ritirata di Russia di Auchan, aldilà dei toni enfatici e solenni che il presidenti usa verso i suoi collaboratori - dice Alberto Citerio, segretario generale Fisascat Cisl Bergamo: la dichiarazione di una sconfitta di cui bisogna prendere atto".

Nell'operazione, Credit Agricole CIB ha agito come exclusive M&A adviser per Auchan, mentre PwC TLS Avvocati e Commercialisti ha assistito Conad e WRM negli aspetti legali e fiscali. Conad, nel 2018, ha generato ricavi per 13,4 miliardi di euro, in circa 3.300 negozi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE