Eurostat, disoccupati lunga data: al Sud in 900mila, Calabria tra peggiori

Cornelia Mascio
Mag 14, 2019

Anche con stipendi più bassi?

Secondo gli ultimi dati diffusi da Eurostat i disoccupati di lunga durata nel 2018 in Italia sono diminuiti fissandosi a 1,6 milioni di unità (-81.600) ma sono il numero più elevato in Ue.

Tra Sud (594 mila) e Isole (312 mila) i disoccupati da oltre un anno sono oltre 900 mila, un dato nettamente superiore a quello dell'intera Germania (600 mila).

Inoltre soltanto in Campania (286.000) e Calabria (105.000) ci sono più disoccupati di lungo corso che nel Regno Unito (352.000). In Germania, invece, c'è stato un andamento opposto: nel 2008 erano 1,6 milioni, oggi sono meno della metà. Infatti, in un contesto che vede allargarsi ancora il divario tra il tasso medio di occupazione femminile in Europa (63,3%) e quello italiano che sale ma resta sotto il 50% (al 49,5%), il Sud spicca in fondo alla graduatoria.

In particolare nel nostro paese chi è senza occupazione da oltre 12 mesi rappresenta il 58,1% della disoccupazione complessiva a fronte del 43,2% nell'Ue a 28 e del 40,9% in Germania. Ha un'occupazione inferiore al 30% anche la Campania seguita da Calabria (31%) e Puglia (32,8%).

Ma se per gli occupati complessivi nel 2018 si sono superati i livelli pre-crisi (con oltre 23 milioni di lavoratori) è aumentata la disoccupazione complessiva di quasi 1,1 milioni di unità con una crescita sostenuta soprattutto per quella di lunga durata (850mila in più). La media europea è del 6,9%.

Spieghiamo meglio: i disoccupati di lunga durata sono quelli in cerca di lavoro da oltre 12 mesi. Dall'inizio della crisi il nostro Paese ha registrato una crescita significativa della forza lavoro grazie all'aumento della partecipazione delle donne e alla stretta sulle regole per l'accesso alla pensione con la permanenza in ufficio della fascia più anziana della popolazione. In pratica lavora, almeno ufficialmente, meno di una donna su tre.

Le Regioni del Meridione e le Isole si confermano nel 2018 'maglia nera' in Europa per l'occupazione dei giovani e delle donne ma anche per la difficoltà di trovare un lavoro.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE