Marelli, nuovo nome nuova vita

Cornelia Mascio
Mag 14, 2019

La società unita sotto un unico nome mostrerà in maniera ancora più evidente le sue capacità, in modo da aumentare la competitività, puntando sempre molto sull'innovazione costante, su cui l'azienda italiana negli anni ha costruito la sua reputazione su scala globale.

Calsonic Kansei e Magneti Marelli, leader mondiali nel campo dei fornitori automobilistici, si uniscono sotto un unico e nuovo marchio: Marelli. Il neonato gruppo Marelli, un gigante della componentistica automotive, è pronto a competere nel campo della digitalizzazione del veicolo: si va dai cruscotti computerizzati ai retrovisori virtuali, passando per i sistemi di ausilio alla guida, i sistemi di illuminazione a led ed i componenti meccatronici. Si chiamerà semplicemente Marelli, con una grande M.

"Si tratta di un momento cruciale per l'evoluzione della nostra società - commenta Bolzenius -". MARELLI può infatti contare su circa 170 fra stabilimenti e centri di Ricerca e Sviluppo in Europa, Nord America, Sud America e Asia-Pacifico.

"Il nuovo brand si fonda sul concetto di 'Powering Progress Together', che riflette l'impegno nell'aiutare i nostri clienti a muoversi con sicurezza e affermarsi all'interno di un settore che vive una fase di cambiamento senza precedenti". "La creazione di un marchio unico conosciuto a livello globale è un passo fondamentale nell'unire le nostre risorse e nell'amplificare il nostro impatto a livello globale". È quindi fondamentale mantenere il valore del marchio di Magneti Marelli, riproponendolo però in un modo nuovo, fresco e riconoscibile da parte dei clienti di tutto il mondo. L'obiettivo principale di Marelli oggi è poter garantire la continuità operativa a vantaggio dei clienti e fare in modo che tutti gli interessati si sentano parte della transizione.

Il nuovo logo, che sostituisce quello storico ovale ed appunto vuole rende omaggio alla lunga storia di innovazione ed eccellenza manifatturiera che ha segnato il successo della storica società. Della vecchia Calsonic è stato confermato il colore azzurro, mentre della Magneti Marelli si è conservato l'iconico colore blu scuro.

Parole a cui hanno fatto eco quelle di Beda Bolzenius, già ad di Calsonic Kansei e ora Ceo di Marelli: "Il nostro rapporto con FCA rimane importante, in quanto continueremo a servirla come cliente nell'ambito del nostro accordo di fornitura pluriennale". Le forme, due frecce rivolte verso l'alto, rappresentano il progresso e il futuro.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE