Finisce in rete un selfie a luci rosse di Dino Giarrusso (M5S)

Brunilde Fioravanti
Mag 16, 2019

Secondo quanto riporta Dagospia, sembra che l'ex Iena, oggi in corsa alle Europee, sia solito inviare foto intime e osè alle donne che vuole conquistare.

In un profilo del social network più popolare, ieri, è comparsa l'immagine di Giarrusso che si immortala mentre è in piedi in bagno, con la camicia alzata ben sopra la cintola. Insomma, fuori dalle righe, si dice che se non ci fossero state di mezzo le elezioni europee, la diffusione del post hard ai danni del giornalista avrebbe potuto essere un dispetto di carattere sentimentale o qualcosa di simile. L'immagine è stata strategicamente tagliata in modo da non mostrare le parti intime ma ancora più interessante è forse il commento da cui è stata accompagnata: "Ce l'avete tutti questa figurina, sì?". C'è chi sostiene che possa essersi trattato di vendetta da parte di qualcuno colpito dalle inchieste del giornalista quando Dino Giarrusso faceva parte delle Iene. Una mia foto nudo sui social? Invece sembra una ritorsione vera e propria e La Repubblica invita il lettore a tenere conto del fatto che "Giarrusso, particolare non secondario, è l'autore dei servizi di denuncia su Fausto Brizzi, il regista accusato di molestie sessuali che, dopo un'inchiesta giudiziaria, è stato prosciolto dalle accuse".

Il grillino, incredulo e irritato, ha commentato: "non ne so nulla". Ma dite davvero?", queste le prime parole dell'ex Iena, che ha poi aggiunto: "Denuncerò subito la vicenda alla polizia postale. "E ricordo che chiunque faccia circolare foto di nudi senza segnalarlo alle autorità competenti - afferma Giarrusso - commette un reato". Ma sullo sfondo c'è una nuova querelle a luce rosse con un esponente pentastellato al centro.

"Sono consapevole del fatto che le comunità virtuali sono troppo spesso prese di mira da questi soggetti che si scagliano contro il Movimento 5 stelle - sottolinea Giarrusso - Lo ha dimostrato per l'ennesima volta questo sondaggio". L'articolo si chiude con questa domanda.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE