Migranti. Salvini: Ong tedesca non si avvicini a nostre acque territoriali

Remigio Civitarese
Mag 18, 2019

Libia, Malta, Italia e Olanda sono state informate, ma senza riscontri. "Nel Mediterraneo - vaneggia la Ong - stanno diminuendo i testimoni, non le partenze".

Matteo Orfini, del Pd, si rivolge al presidente del Consiglio Giuseppe Conte: "lei ha giurato di essere fedele ai principi della nostra Costituzione, non a Salvini: apra subito i nostri porti". "L'avviso è rivolto anche ai nostalgici dei porti aperti presenti in Parlamento". "Nessuno ha risposto" è la laconica conclusione della Ong.

Roma, 17 mag - La nave Sea-Watch 3 della Ong tedesca Sea Watch è arrivata al limite delle acque territoriali italiane con a bordo 65 immigrati irrregolari.

Oggi il giudice Nunzio Sarpietro ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dall'ufficio guidato dal procuratore capo di Catania, Carmelo Zuccaro, quindi l'indagine è ufficialmente archiviata.

Il ministro tira dunque dritto e al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica dirama la nuova direttiva. Con entrambi i Paesi - contrari ad accogliere i naufraghi - ci sono stati bracci di ferro nei mesi scorsi. Le morti registrate in quel tratto di mare sono circa 300. La nave mercantile prima si allontana dall'uomo, poi inverte la rotta per lasciarlo salire a bordo. E proprio per quella vicenda Salvini è indagato, insieme a Conte, Di Maio e Toninelli per sequestro di persona. Dal 2013 collabora con TPI, dove si occupa di interviste e inchieste.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE