Allerta caldo, Campobasso e Perugia da 'bollino rosso'

Modesto Morganelli
Giugno 12, 2019

Insieme a Perugia, il capoluogo di regione ottiene l'allerta 3 dal ministero della Salute. Ed ecco che in una primavera pressoché inesistente, irrompe un caldo rovente. Tanto più prolungata è l'ondata di calore, tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute.

Aumenta il caldo in Italia e nel bollettino delle ondate di calore del Ministero della Salute spuntano i primi bollini rossi, che indicano il massimo livello di rischio per la salute di tutta la popolazione, non solo quindi per le fasce più deboli.

Il sistema operativo, dislocato in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo), permette d'individuare ogni giorno, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che potrebbero mettere a rischio la salute, soprattutto quella dei soggetti vulnerabili: anziani, malati cronici, bambini e donne in gravidanza.

Sull'attenti anche gli altri centri, dove al momento vigono i bollini arancioni e verdi, perché da venerdì è prevista una nuova ondata di calore, con temperature fino a 40 gradi, specialmente a Sud.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE