Fca: partnership con Aurora per veicoli commerciali guida autonoma

Cornelia Mascio
Giugno 12, 2019

A febbraio, Aurora ha dichiarato di aver raccolto 530 milioni di dollari in nuovi finanziamenti. Offre un'autonomia di guida al livello 4, una tecnologia in grado di percepire l'ambiente e di procedere nella guida senza l'intervento umano.

FCA mette subito alle spalle la trattativa fallita con Renault e annuncia l'accordo con la startup della Silicon Valley, Aurora Innovation.

Attraverso questa proposta di partnership, Fca e Aurora vorrebbero integrare la piattaforma Aurora Driver nelle linee di veicoli commerciali Fca, per permettere una varietà di soluzioni personalizzate per questa tipologia di clienti in un momento in cui lo stile di vita sta cambiando e le nuove e sempre più sfruttate opportunità di shopping online, possibili grazie all'infinità di e-commerce presenti in rete per tutti, stanno creando delle nuove occasioni nel campo della logistica. Il settore è dunque solo quello dei furgoni e simili, una scelta dettata dal fatto che FCA, negli States, ha già in corso un programma di collaborazione con Waymo dedicato alle auto a guida autonoma (ricordiamo i Chrysler Pacifica autonomi che percorrono le strade americane). Mike Manley, il Ceo di Fca succeduto a Sergio Marchionne dopo la scomparsa dell'italo-canadese, ha detto: "Aurora porta con sé un insieme di competenze uniche e tecnologie chiave avanzate che integrano e potenziano il nostro approccio alla guida autonoma". Fca Us, la divisione statunitense di Fiat Chrysler Automobiles, ha firmato un memorandum of understanding con la start-up Aurora per una "potente partnership per lo sviluppo e il lancio di veicoli commerciali a guida autonoma".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE