Sciopero del trasporto locale Cisl soddisfatta: adesione all'87%

Cornelia Mascio
Giugno 14, 2019

"Chiediamo che non si traduca in tagli", spiegano i sindacati.

Lo sciopero regionale degli addetti al trasporto pubblico locale, previsto per la mattinata di giovedì 13 giugno (ore 9,15-12,30), non ha avuto ripercussioni troppo pesanti sugli spostamenti dei bergamaschi sui mezzi pubblici. A Milano incrociano le braccia i dipendenti di Atm: i treni delle metropolitane e i trasporti in superficie rischiano di fermarsi nella fascia oraria dalle 8,45 alle 12,45. Lo sciopero durerà quattro ore e tra le ragioni c'è "la condizione di grave incertezza circa le risorse da destinare al settore del Trasporto Pubblico Locale a seguito del congelamento dei finanziamenti nazionali al comparto operato con Legge di Bilancio 2019".

Per avere un'idea dell'entità dello sciopero si possono consultare le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle a questo link.

A Como l'agitazione del personale impiegato a supporto della funicolare di Como - Brunate è prevista dalle 8.45 alle 12.45.

A Monza, per le linee gestite da NET - Nord Est Trasporti, l'agitazione del personale viaggiante e di esercizio è prevista dalle 9 alle 11.50.

L'agitazione regionale di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti è iniziata alle 8.45 ed è finita alle 12.45. Lo sciopero, iniziato alle 8.45 e terminato alle 12.45, ha interessato la circolazione sulle linee metropolitane M2, M3 e M5, mentre è proseguita sulla linea M1. Pertanto i treni Regionali e Suburbani circolanti su rete Ferrovienord, potranno subire ritardi e variazioni.

Fasce di garanzia: non essendo coinvolti orari di competenza non vi sono fasce di garanzia.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE