Lega: Salvini, 'soldi russi? Buona caccia al tesoro a toghe che cercano'

Remigio Civitarese
Luglio 12, 2019

Già deve essergli costato bloccare in automatico la locuzione 49 milioni, che rimanda ad un'altra storiella di cui Salvini - "I nostri bilanci sono trasparenti, non siamo un partito ricco" - non vuole sentire parlare.

"Parte la task force per salvare il PSR della Puglia dal disimpegno, non sarà facile ma abbiamo il dovere di provarci": lo ha detto oggi il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nel corso di una conferenza stampa sui temi del PSR (programma di sviluppo rurale) e degli interventi contro la Xylella. "Mi autodenuncio - scherza mostrando due biglietti - nel mio ministero gira merce compromettente".

Prima della pubblicazione dell'inchiesta di Buzzfeed, inoltre, numerose fonti avevano sempre giustificato la presenza di Savoini in Russia come quella di un consigliere del ministro che faceva parte del suo staff. Lo stesso Savoini si era descritto così nelle precedenti interviste. "Il primo premio è un tv Led di 49 pollici, sicuramente arriva dalla Russia.".

Ma la crescita della Lega (e il buon dato di FDI) fa bene anche all'aggregazione "virtuale" del centrodestra, inteso come la coalizione che alle Politiche 2018 si fermò poco sopra il 37% dei voti.

"Posso produrre tutti i documenti relativi ai passeggeri che hanno viaggiato con me - aggiunge Salvini riferendosi alla visita a Mosca -".

"Non prova nulla" l'inchiesta sulla presunta trattativa per un finanziamento milionario dalla Russia a favore della Lega pubblicata da BuzzFeed: lo ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, citato dall'agenzia Interfax. Con l'acquisizione dell'audio anche pubblicato da buzzfeed sulla compravendita di petrolio e il margine che doveva essere ritagliato per finanziare la politica sovranista, l'indagine milanese si arricchisce di un nuovo capitolo; la Lega, essendo protagonista dell'incontro l'iscritto e presidente dell'associazione Lombardia-Russia Savoini, è sotto scacco ma il leader del partito Matteo Salvini prende le distanze dall'uomo e ribadisce che la Lega non ha mai preso soldi dai russi. Una posizione che lascia anche intendere - si ragiona in ambienti parlamentari - che Savoini avrebbe agito in proprio. Non si sa ancora però se l'affare sia mai andato effettivamente in porto.

Il titolare del Viminale, Salvini, in conferenza stampa al termine di un incontro con le associazioni dei gestori delle discoteche, ha dichiarato ai giornalisti: "Una commissione d'inchiesta su finanziamenti ai partiti?"

Ed è stato lo stesso Salvini, in serata, a liquidare così la vicenda: "Io non so la gente con chi parla e perché parla". A quella cena sono stati invitati tutti i rappresentanti del Forum, che si era appena concluso e si era svolto qualche ora prima nei locali della Farnesina.

Intanto, nei prossimi giorni, verranno ascoltare in procura a Milano alcune persone nell'ambito dell'inchiesta che vede al centro la Lega e il sospetto di finanziamenti da Mosca.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE