Pensioni: Tridico esclude allarmi, il sistema è solido, spesa in aumento dell’1,9%

Cornelia Mascio
Luglio 12, 2019

840 mila nuclei familiari già percepiscono il Reddito di Cittadinanza.

Quota 100, attese 205mila adesioni. Durante la relazione alla Camera sul Rapporto annuale dell'Inps, Tridico spiega la sua idea: "In Italia non è presente una soluzione di previdenza complementare pubblica, come in altri Paesi, tale vuoto potrebbe essere colmato attraverso la creazione di una forma complementare pubblica gestita dall'Inps, volontaria e alternativa alle forme complementari private, superando l'attuale residualità di partecipazione di FondInps". "La trasparenza - ha sottolineato Tridico - è necessaria al fine di evitare allarmismi circa la sostenibilità del nostro sistema pensionistico, che è solido". Dopo aver parlato delle problematiche relative al mercato del lavoro, il presidente dell'Inps si è soffermato sui "nativi precari", cioè "giovani che non solo non studiano e non lavorano ma che vivono in famiglie in cui nessun genitore è occupato". Anche quota 100 aiuta per chi è stanco a fine carriera e cerca flessibilità in uscita. Solo il 33% delle domande pervenute al 30 giugno 2019 sono state presentate da iscritti alle Gestioni Pubbliche (il 46% di questi si collocano nel Mezzogiorno, il 33% nel Nord, poco più del 20% nelle regioni del Centro Italia). La distribuzione per età evidenzia una concentrazione tra i 63 e i 64 anni, senza differenze significative tra uomini e donne.

"Le sfide che il Paese ha davanti in tema di lavoro e pensioni sono molte: il basso tasso di occupazione, l'economia informale che a volte si manifesta attraverso fenomeni criminali e odiosi come il caporalato, il declino demografico, le disuguaglianze di genere e di reddito, il dumping sociale e la deflazione salariale". C'è una buona notizia: l'anno precedente questo bacino di pensionati era più grande, il 35,9% del totale, quindi sarebbe in diminuzione e ciò significa che dal 2017 al 2018 meno persone hanno preso una cifra inferiore a 1000 euro mensili.

Dal Rapporto annuale dell'INPS è emerso che sono circa 5,4 milioni i pensionati che ricevono una pensione inferiore a 1.000 euro mensili.

Il vertice dell'Inps ha affrontato poi la situazione del Bilancio dell'Ente di Previdenza. La spesa per prestazioni, inclusi i trasferimenti a carico dello Stato per gli interventi assistenziali, in rapporto al Pil "è risultata sostanzialmente costante" considerando il triennio 2016-2018, passando dal 15,28% al 15,12%.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE