MotoGP | La gallery del Gp d’Austria: Dovizioso beffa Marquez, straordinario "DesmoDovi"

Paola Ditto
Agosto 13, 2019

Non ce l'ha fatta neppure questa volta Marc Marquez, rimasto a guardare Andrea Dovizioso mentre si prendeva un'altra vittoria a Spielberg.

A chiudere definitivamente la telenovela del possibile ritorno di Jorge Lorenzo alla Ducati ci ha pensato Dovizioso, con un sorpasso da antologia e una vittoria destinata a rimanere nella storia. "Ora siamo nei circuiti dove Dovi e la Ducati sono più forti". A 9 giri dalla fine Dovizioso riesce nel sorpasso a Marquez. È un Andrea Dovizioso ancora incredulo quello che al Red Bull Ring arriva al parco chiuso dopo il duello all'ultimo respiro con Marc Marquez. Il forlivese ha respinto l'assalto dello spagnolo, che voleva a tutti i costi rompere il dominio della Ducati nell'unica pista nella quale in top class non ha mai vinto. E inizialmente Marc Marquez sembra riuscire nel mettersi dietro costantemente le Desmosedici ufficiali, sia nelle libere che in qualifica dove ottiene un super-tempo che fa pagare ai suoi diretti avversari quasi mezzo secondo. "Quello che conta è il mondiale, se lo vinci nessuno si ricorda di questa gara finché non torni qui l'anno successivo".

Sul podio uno straordinario Fabio Quartararo, rookie della categoria e prima Yamaha all'arrivo. Il francese balza in testa seguito da Dovizioso e poi Miller con Marquez quarto davanti a Rins, sesto Valentino Rossi che guadagna 4 posizioni rispetto alla griglia di partenza.

Il Red Bull Ring è un circuito velocissimo, contraddistinto da due lunghi rettilinei raccordati da curve da percorrere praticamente in pieno.

Nonostante tutto, resta in testa alla classifica iridata con un margine di 58 punti sul pilota Ducati. Però era l'ultima e dovevo farlo. Qualcosa è andato storto in Austria, e adesso ci sono due settimane prima del GP di Gran Bretagna per capirne il motivo. "Il problema è che siamo abituati a vincere ogni weekend, ma non si può pensare di riuscirci sempre".

E a proposito di Danilo Petrucci... Dall'alto dei suoi 40, Rossi ha la saggezza di valutare nel modo giusto il quarto posto. "Sono emozioni stupende" ha aggiunto.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE