Morte Nadia Toffa, don Patriciello: "Era piena di coraggio ed empatia"

Brunilde Fioravanti
Agosto 14, 2019

Torniamo allo scorso aprile, quando Nadia Toffa pubblicava questo messaggio in cui parlava del suo fidanzato: "Buongiorno amici miei - scriveva su Instagram - tempo fa vi avevo parlato di una specie di compagno". "Nadia - ha spiegato sui social - ha voluto che fossi io a celebrare il suo funerale". Chi era Nadia Toffa: carriera, malattia e ultimo post Nadia Toffa, il malore e la malattia La Toffa era stata male il 2 dicembre 2017, quando si era accasciata al suolo in un hotel di Trieste ed era stata trasportata d'urgenza al San Raffaele di Milano. In ogni foto sul volto appariva sempre quel sorriso, simbolo della sua forza combattiva. "Tutti i tumori sono uguali", scatenando davvero tantissime polemiche sui social.

Sulla pagina ufficiale della Fondazione il ricordo di Nadia Toffa in merito a un servizio de Le Iene che la giornalista dedicò a un ragazzo tossicodipendente, che aiutò ad entrare proprio a Villa Maraini.

Stamane Giulio Golia ha ricevuto critiche e insulti per una foto postata su Instagram nove ore prima della morte di Nadia Toffa. "Oggi per chi le voleva bene è stato un risveglio tremendo". "Ciao Nadia, ci mancherai". "Il suo sorriso era contagioso". "C'è un esercito di persone - sottolinea la presidente dell'Aiom - che hanno avuto un tumore e che oggi sono vive in Italia e sono oltre 3 milioni e 400mila".

"Stanno usando il nostro nome per post meschini circa la morte di * a class="_58cn" href="https://www.facebook.com/hashtag/nadiatoffa?source=feed_text&epa=HASHTAG&__xts__%5B0%5D=68.ARDpUNVc33B-Ho0ar6pgGQQCQW4MOuylMaTAvKu1bEz8LGam7WB3Bu5NVpigRwlIv8GKIKywmuXoPqlzZIQhyuhJ84g5ADc1XJNM6MIUajMMfwC-5HmYprSU_J6cOV925oW8UWaGkEDrj0tlSdSdeRgeHYweLf7OzedBw_MWLXmapfXjMGqwbpFnVq69tkaqZs3_vbpdrSsNJK4bamUVbzRqa3cRAPY3rjmpGqGuYk2iZV0YtPvfPeXhW4Bi0LdEPWtrTcfXh3P4rAcvn3h1q8ze57GyJRgEO1xx-1N5z4AokOb5SromBoWGksj1ySQFDlHDWjBQsqZjshTi4x8IYwXSxw&__tn__=%2ANK-R" data-ft="{"type":104,"tn":"*N"}" *#NadiaToffa. "Benvenuta in famiglia. Nadia Taffo". L'agenzia pubblica nomi e cognomi e annuncia, come visto, legittime querele.

Tutti piangono Nadia Toffa.

I post vengono condivisi e ricondivisi in alcuni gruppi, alcuni commentano scherzandoci su, ma fortunatamente è maggiore lo sdegno: "E' una vergogna", "Questo odio deve finire".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE