Sparatoria a Philadelphia, colpiti sei agenti: fermato uno dei colpevoli

Remigio Civitarese
Agosto 16, 2019

Lo scontro a fuoco è avvenuto nel quartiere di Nicetown e al momento un sospetto è stato posto in stato di fermo dagli agenti mentre sono alla ricerca di un secondo uomo armato che potrebbe essere ancora barricato all'interno di un edificio. Ora è in stato di arresto.

Fin dall'inizio si è saputo che il conflitto a fuoco era collegato a un'operazione della squadra antinarcotici della polizia. L'isolato dove si trova l'abitazione in cui si è asserragliato l'uomo armato è completamente circondato dagli agenti, compresi quelli delle forze speciali. Tutta la zona è rimasta in lockdown per ore. La polizia ha escluso la matrice terroristica.

Decine di agenti di polizia sono intervenuti sul luogo della sparatoria.

Nonostante i tentativi di intavolare una trattativa per la resa, l'uomo si era sempre rifiutato di arrendersi ed aveva continuato - di tanto in tanto - a sparare. Poi, grazie all'intervento del suo avvocato, ha avuto una telefonata con il commissario Richard Ross che gli ha assicurato che la polizia non gli avrebbe fatto del male.

Il sindaco di Philadelphia, Jim Kenney, e il governatore della Pennsylvania, Tom Wolf, hanno criticato la libertà di acquisto di armi e munizioni: hanno detto che è necessario un maggiore controllo nella vendita delle armi per evitare che finiscano in mano ai criminali.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE