Costrinse l'idraulico a baciarle i piedi, principessa condannata

Remigio Civitarese
Settembre 13, 2019

Fatti che risalgono al 2016.

Hassa bint Salman, 42 anni, è stata processata in contumacia a inizio luglio. L'idraulico Ashraf Eid stava effettuando dei lavori di verniciatura al settimo piano della residenza parigina, quando viene sollecitato d'"urgenza" al quinto piano, per riparare una vasca danneggiata. Si era messo quindi a scattare fotografie con il suo telefono cellulare per ordinare il materiale che sarebbe servito alla riparazione. Ma qualcosa va storto. La sultana lo avrebbe accusato di aver captato il suo riflesso nello specchio, e per questo avrebbe chiamato l'agente della Attila Sécurité dicendo "Bisogna uccidere questo cane, non merita di esistere". Accuse seccamente respinte dalla difesa. La pena è stata più pesante di quella chiesta dal pubblico ministero inizialmente. La procura aveva infatti chiesto per lei 6 mesi con la condizionale e 5.000 euro di multa.

Eid ha affermato di essere stato anche legato e di aver ricevuto l'ordine di baciare i piedi della principessa, famosa in patria per il suo lavoro di beneficenza e per le campagne a favore dei diritti delle donne.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE