Germania: sparatoria davanti la sinagoga, almeno 2 morti

Remigio Civitarese
Ottobre 9, 2019

Il sito del giornale tedesco Focus riporta la testimonianza oculare di un uomo, che ha raccontato all'emittente ntv di avere assistito anche al secondo attacco, contro un negozio di kebab vicino: "Un uomo vestito in abiti militari aveva un'arma automatica e il volto coperto: ha tirato una specie di bomba dentro il negozio, ma questa è rimbalzata sulla porta". Secondo i media locali più uomini sarebbero in fuga, armati, a bordo di un furgone.

Un testimone ha riferito all'emittente N-Tv che l'aggressore di Halle era vestito di "verde", "da militare" con un "elmetto", portava una "maschera" e ha sparato contro un negozio con un "mitra". La Bild aggiunge che l'aggressore ha usato armi, sia corte (pistole) che lunghe.

Sono quelli esplosi nella tarda mattinata a Halle, in Sassonia, nell'Est della Germania, "davanti alla sinagoga" del quartiere Paulus. Una persona è stata arrestata, ha indicato la polizia su Twitter. Anche la moglie è stata trasferita ferita in ospedale con un'ambulanza. Bersaglio degli inquirenti, sette individui considerati autori delle lettere minatorie sulla base delle quali sono partite le indagini, secondo quanto riferito dal ministro dell'Interno bavarese Joachim Herrmann.

Dopo aver esploso i colpi, l'uomo si sarebbe dato alla fuga e risulterebbe tuttora ricercato. Alle operazioni condotte in sette diverse sedi hanno preso parte circa 120 agenti che hanno operato negli stati di Baviera, Baden-Wuerttemberg, Turingia e la stessa Sassonia-Anhalt dove si è verificata la sparatoria. Le forze dell'ordine tedesche invitano tuttavia a evitare speculazioni soprattutto online.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE