Iran, arrestata per blasfemia star di Instagram sosia della sposa cadavere

Brunilde Fioravanti
Ottobre 9, 2019

È stata arrestata in Iran, la sosia di Angelina Jolie: la ragazza - una vera e propria celebrità di Instagram, famosa per aver modificato drasticamente il suo aspetto attraverso la chirurgia estetica - è accusata di corruzione, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa Tasnim. L'accusa è quella di aver insultato i simboli islamici, tra i quali l'hijab, il velo allacciato sotto la gola utilizzato dalle donne per coprire il capo e le spalle.

In poco tempo, sui social, Sahar ha ottenuto una certa popolarità anche ritrovandosi al centro di numerose polemiche; le più accese riguarderebbero la sua sincerità.

Sahar circa un anno fa era diventata famosa per aver mostrato su Instagram le foto che documentavano il presunto percorso a base di interventi chirurgici che stava seguendo per trasformarsi nella sosia della celebre attrice americana. Ma è stata arrestata con l'accusa di blasfemia. Il Tribunale di Teheran avrebbe considerato tale atto un "crimine culturale e corruzione morale e sociale" che, tradotto, significa appunto blasfemia, istigazione alla violenza, guadagni illeciti e incitamento dei giovani alla corruzione.

Per evitare la condanna, quindi, pare che Sahar non avrebbe dovuto mostrare il suo aspetto reale, ma solo fotografie ritoccate con appositi programmi di grafica.

Al momento non si avrebbero altre notizie sul destino di Sahar Tabar, il cui futuro professionale incerto preoccupa soprattutto i suoi 15.000 followers.

La maggior parte delle foto e dei video condivisi con i suoi 26.800 follower sono state anche pesantemente modificati, in modo da assomigliare, apparentemente, alla star di Hollywood, Angelina Jolie.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE