Barbara D’Urso: Yari Carrisi condannato per averle augurato la morte

Brunilde Fioravanti
Ottobre 17, 2020

Sua sorella Daniela, invece, era scesa in campo per difenderla e si era scagliata contro Yari Carrisi, dichiarando che le sue parole apparivano ingiustificabili. Alla conduttrice augurò la morte. Il 16 ottobre è stato emesso il decreto finale di condanna che dichiara colpevole uno dei figli avuti con Romina Power, Yari Carrisi per aver augurato la morte alla signora dei salotti televisivi Barbara D'Urso, attraverso l'utilizzo dei social network. Come lei stessa ha anticipato a Pomeriggio 5, la diretta serale, tra gli ospiti, vedrà la partecipazione di Fabrizio Corona, condannato ad altri 9 mesi di detenzione e denunciato dall' ex moglie Nina Moric e Iconize, balzato sui titoli dei giornali di cronaca rosa per la presunta falsa aggressione.

Parole che in un secondo momento sono state come rimangiate, visto che Carrisi ha più volte cercato di spiegare che tutto fosse rivolto ai suoi programmi e non alla persona, ma le sue parole non sono servite a nulla, il danno ormai era fatto. Il fatto risale allo scorso aprile, ossia durante il periodo del lockdown. Sui social Carrisi era stato bersagliato da commenti negativi per quello che aveva scritto tanto da far nascere per dare solidarietà a la D'Urso perfino l'hashtag #ancheiosonoladurso, seguito da #iostoconbarbara, per manifestare contro un atto inspiegabile. Tornando al figlio di Albano, quando avvenne il fattaccio, cercò di giustificare il suo gesto fuori dalle righe dicendo che la frase infelice non sarebbe stata rivolta direttamente alla conduttrice napoletana, bensì al suo programma.

La frase di Yari sollevò la reazione del web di fronte alla quale il figlio di Albano e Romina Power chiarì il senso delle sue parole. Il tipo di show che non aiuta a vivere meglio ma è cattivo ed ignorante e si approfitta della gente e delle sventure delle persone, ed è ora di relegarlo al passato. "Da anni si è propagato in tutte le case d'Italia come un virus ed è ora di chiudere il flusso negativo che emana". Assurdo. Una frase che non dovrebbe mai essere pronunciata o scritta. Mai.

Yari Carrisi colpevole, è questa la sentenza del Tribunale che ha dichiarato il giovane colpevole di aver leso la reputazione e l'onore della conduttrice di Canale Cinque Barbara D'Urso.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE