Mercato dell'auto, piccolo segno positivo in contro tendenza

Cornelia Mascio
Ottobre 18, 2020

Prova di ripartenza per il mercato auto in Europa, che dopo otto mesi di cali segna a settembre un aumento delle immatricolazioni.

I vaccini, ha precisato la Commissione in un comunicato, dovranno essere autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali, secondo standard di sicurezza ed efficacia verificati regolarmente. Ad esempio, Spagna e Francia hanno rilevato delle perdite, esattamente del 13,5% e del 3%, mentre Italia e Germania delle percentuali positive, del 9,5% e dell'8,4% rispettivamente. Sono stati immatricolati 7,058 milioni di macchine, quasi 2,9 milioni in meno nel confronto con lo stesso periodo del 2019.

Tornando sui dati di settembre ed entrando nel dettaglio dei vari costruttori, troviamo un segno positivo per il Gruppo FCA (+11,8%) e per il Gruppo Volkswagen (+6,5%). Una differenza evidente rispetto a quanto accaduto solo il mese prima, quando si era registrato un crollo addirittura del 17,6%.

Auto in vendita
Auto in vendita

Durante i primi nove mesi del 2020, la domanda di auto è diminuita del 28,8% nell'Ue.

Primi segnali di risveglio nelle vendite auto in Europa a settembre 2020, in un anno che sta soffrendo pesantemente per gli effetti della pandemia. Il calo delle immatricolazioni del 29,3% registrato a fine settembre, prosegue Promotor, "è assolutamente eloquente, ma ancor più lo diventa se si considera che tutti i mercati dell'area, nessuno escluso, fanno registrare cali a due cifre e particolarmente pesante è il quadro dei cinque maggiori paesi con contrazioni del 25,5% per la Germania, del 28,9% per la Francia, del 33,2% per il Regno Unito, del 34,2% per l'Italia e del 38,3% per la Spagna". "Se vogliamo che la vaccinazione sia efficace dobbiamo prepararci ora", ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE