SK hynix acquisisce la sezione Intel NAND per 9 miliardi

Cornelia Mascio
Ottobre 21, 2020

Sk Hynix, che rileverà anche le attività produttive di Intel a Dalian (in Cina), diventerà uno dei leader mondiali nelle memorie Nand (il gruppo sudcoreano è già il terzo maggiore produttore di semiconduttori in genere).

Si tratta di una importante operazione per il settore delle memorie, una cessione valutata 9 miliardi di dollari che, da un lato, vede Intel abbandonare quasi completamente il settore, rafforzando dall'altro la posizione di SK Hynix come uno dei principali costruttori di memorie NAND Flash al mondo. L'operazione comprende il business degli SSD, la produzione di NAND e wafer, nonché l'impianto produttivo di Dalian in Cina. Il chipmaker di Santa Clara continuerà ad offrire il moduli Optane. Con questa acquisizione mira a migliorare la competitività delle sue soluzioni di storage, tra cui gli SSD aziendali, in un settore, quello delle flash NAND, che è in rapida crescita.

Il mercato dei processori è cambiato profondamente negli ultimi anni e il marchio che ha dominato la scena quasi incontrastato per diversi decenni non può e non resta a guardare: è stata annunciata la vendita da parte di Intel di tutta la sua divisione che si occupa di memorie flash allo stato solido a SK Hynix.

L'accordo verrà ora sottoposto all'approvazione degli enti governativi, che è attesa per la fine del 2021. Solo a quel punto prenderà il via il passaggio di mano della produzione delle NAND SSD, che avverrà in due tranche.

SK hynix acquisirà da Intel le restanti attività, compresa la proprietà intellettuale relativa alla produzione e alla progettazione di wafer flash NAND, dipendenti di ricerca e sviluppo e la forza lavoro della fabbrica di Dalian, al momento della chiusura definitiva, prevista per marzo 2025 con il pagamento rimanente. Nella nota ufficiale Intel e SK Hynix sottolineano che lavoreranno insieme per garantire una transizione senza soluzione di continuità per clienti, fornitori e dipendenti. Intel aveva chiuso in rialzo dello 0,78% lunedì al Nyse. Però potrebbe insidiare le altre concorrenti: Kioxia che è al secondo poco con il 17%, WD che è terza con il 16% e Micron che è quarta con il 13,7% (dati TrenForce).

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE