Via libera del Cdm al decreto Ristori ter

Cornelia Mascio
Novembre 21, 2020

Il decreto Ristori ter è un piano che andrà ad affiancarsi a quello precedentemente attuato lo scorso 9 Novembre, il cosiddetto Decreto Ristori Bis. Attesa per la nomina del nuovo referente della sanità calabrese.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell'economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato un decreto-legge che introduce misure finanziarie urgenti connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. I nuovi aiuti economici raggiungono la cifra di 8 miliardi. E' il terzo approvato nel corso di questa emergenza, che da tempo ormai non è più solo sanitaria. Le nuove risorse per i ristori delle attività chiuse nelle zone rosse e arancioni, derivano da fondi stanziati e non spesi durante l'anno.

Nel nuovo Decreto Ristori Ter sono state sospese le tasse per alcune aziende su tutto il territorio nazionale. "La dotazione complessiva sale in questo modo a 1,84 miliardi che serviranno a erogare i contributi a fondo perduto, ma anche per altre misure previste dai precedenti decreti Ristori tra cui il credito di imposta sugli affitti commerciali, il congedo parentale e il bonus baby sitter", spiega Gualtieri.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE