Cashback: chiusa la sperimentazione, 5,8 milioni di iscritti, 222 milioni di rimborsi

Cornelia Mascio
Gennaio 11, 2021

Un esempio: 43 euro e 77 centesimi di rimborso sono diventati 43.773, quindi 66.000 euro sono in realtà solo 66 euro. Un errore, o un "bug", che è subito cominciato a girare su Twitter.

La partecipazione riscontrata ad oggi è stata al di sopra delle aspettative dal punto di vista dei numeri e dei dati di sintesi, spiegano fonti del governo. Sono stati 3,2 milioni gli iscritti alla piattaforma "Io" che sono riusciti a raggiungere le 10 transazioni necessarie ad ottenere il rimborso che, secondo quanto riferisce il Ministero dell'Economia, verranno erogati a partire da febbraio ed entro il 1° marzo. Ma le transazioni con valore sotto i 25 euro rappresentano il 48,5% del totale, un numero che segnala l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici nell'ambito del programma anche per acquisti di piccolo importo. È questo il bilancio dell'Extra Cashback di Natale, la fase sperimentale del programma Cashback, il meccanismo di rimborso di Stato del 10% sulle spese con carte, bancomat e app, che dal primo gennaio è ufficialmente a regime.

Interessante anche il dato relativo alle fasce di rimborso: il 3,1% degli aventi diritto (100.387 persone) otterrà il rimborso di 150 euro; il 14,5% (468.822 ) otterrà tra i 100 e i 149 euro; il 49,6% (1.602.297 valore assoluto) riceverà tra i 50 e i 99 euro; il 32,8% (1.059.399) infine avrà meno di 50 euro. Il riferimento è al piano di incentivi entrato in vigore lo scorso 8 dicembre 2020, poi andato avanti fino al 31, e che prevedeva un rimborso del 10% su ogni transazione, fino ad un massimo di 150 euro in un mese.

Finita la fase sperimentale, dal primo gennaio è partito il primo dei tre semestri in cui si articolerà il programma Cashback, che durerà fino al 30 giugno 2022. Si sono iscritti 5,8 mln di italiani e sono stati attivati più di 9 mln di strumenti di pagamento elettronici, 7,6 mln dall'App IO.

L'aspettativa del governo è che la partecipazione continui a crescere in modo graduale e significativo nei prossimi mesi e che, con il tempo, l'iniziativa abbia un impatto positivo sul cambiamento delle abitudini di consumo degli italiani verso un sempre maggiore utilizzo della moneta elettronica negli acquisti di tutti i giorni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE