Salvini: "O il voto o un governo di centrodestra"

Rodiano Bonacci
Gennaio 11, 2021

"Noi stiamo lavorando, non do giudizi sui nomi però stiamo lavorando per avere entro la settimana una Lombardia che corre, che cura, che investe", ha aggiunto Salvini in merito ai nomi circolati per l'assessorato regionale al Welfare al posto di Giulio Gallera, come Gian Vincenzo Zuccotti. E infine Matteo Salvini ha ribadito: "Non ho agito da solo, ma insieme al governo".

"Non stiamo cercando di accontentare qualcuno perché altrimenti litigano, come accade a Roma - precisa -, stiamo scegliendo le persone migliori per offrire ai lombardi le scelte migliori".

Ospite alla trasmissione di Lucia Annunziata su Rai 3, il leader della Lega ha dichiarato di essere contrario al regolamento sui fondi europei.

Sul Quirinale aggiunge: "L'unica cosa che posso dire è quanto sia triste vedere il Pd e i Cinque stelle che pensano d'impossessarsi anche del Quirinale, come se fosse una cosa loro e non un ruolo di garanzia per tutti gli italiani". È arrivata poco dopo in soccorso anche una nota di un'europarlamentare della Lega, Francesca Donato: "La lotta alla mafia è un valore che accomuna tutti i cittadini onesti, in Sicilia e in Italia, e che appartiene a tutte le parti politiche, non ha colori". Se si votasse oggi, il M5S conquisterebbe il 14,4% dei voti, un risultato decisamente scadente se consideriamo il consenso ottenuto dai pentastellati nella tornata elettorale del 4 marzo 2018, quando venne sfiorato il 33%. Queste le parole pronunciate da Matteo Salvini durante una pausa dell'udienza.

Recatosi a Palermo per l'udienza preliminare del procedimento penale che lo vede coinvolto, si è presentato in via d'Amelio e, in favore di (decine di) telecamere, si è fatto riprendere, munito di mascherina raffigurante l'immagine e una citazione del giudice Paolo Borsellino, nel deporre un mazzo di fiori sul luogo dell'eccidio. Ma l'8 gennaio non è legato in modo particolare alla memoria di Borsellino più di altri giorni sul calendario.

"La cosa curiosa, leggendo gli atti della Procura - continua ironico l'ex ministro dell'Interno - che due dei presunti 'sequestrati' sono tuttora in carcere". Non mi pare rispettoso.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE