Whatsapp, chat private finiscono su Google: panico tra gli utenti

Rodiano Bonacci
Gennaio 14, 2021

WhatsApp in crisi? Forse è esagerato. Una delle possibilità sono annunci pubblicitari all'interno dei Canali - le stanze nelle quali un solo autore diffonde messaggi e aggiornamenti al pubblico che deside parteciparvi; un'altra alternativa sono pacchetti di sticker a pagamento dei quali gli autori percepiranno comunque una percentuale degli incassi maggioritaria.

Il motivo sta nella comunicazione ricevuta ultimamente dagli utenti.

Non ci sono modifiche alle modalità di condivisione dei dati di Whatsapp nella Regione europea, incluso il Regno Unito, derivanti dall'aggiornamento dei Termini di servizio e dall'Informativa sulla privacy. Sapete che dovete accettare, perché altrimenti dall'8 febbraio 2021 non potrete più chattare, ma avete paura di rischiare qualcosa?

A poco è valso il tentativo del colosso di correre ai ripari, garantendo che non ci sarebbe stato alcun sostanziale cambiamento in termini di sicurezza. Basandosi su donazioni esterne, Signal non ha un modello di business vero e proprio: non richiede pagamento di canoni mensili né raccoglie alcun tipo di dato dagli utenti. Consumerismo No Profit seguirà questo tema importantissimo per la tutela dei consumatori, affinché si faccia chiarezza sulle "zone grigie relative al trattamento dei dati personali degli utenti, in modo che gli stessi abbiano tutte le informazioni necessarie per prendere decisioni consapevoli", spiega. Si tratta di un software gratuito e open source che fornisce qualche garanzia in più rispetto a WhatsApp e a Telegram.

Per Signal il discorso è diverso: l'app si mantiene grazie all'afflusso di denaro che proviene dalla Signal Foundation, una organizzazione non profit co-fondata dal fondatore di WhatsApp, Brian Acton.

Signal, infatti, non conserva traccia delle conversazioni tra gli utenti sui propri server. Dati da cui si ricavano le abitudini dell'utente, ma anche gli eventuali cambiamenti della sua condizione. Dopo di che ha continuato a crescere: 25 milioni di nuovi utenti si sono iscritti a Telegram solo nelle ultime 72 ore - scrive Durov.

E Signal? Su Play Store risulta essere l'app più scaricata (dieci milioni di persone l'hanno già installata sul proprio smartphone), su AppStore è la seconda. Non basterà a sfilare a WhatsApp fette consistenti della torta, ma il boom di download è sicuro.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE