Sanchez, il governo Draghi saprà affrontare le sfide

Brunilde Fioravanti
Febbraio 14, 2021

"Ciliegina sulla torta: il conferimento dei dicasteri "Sud e Coesione Territoriale" all'On.le Mara Carfagna e "Affari regionali e Autonomie" all'On.le Mariastella Gelmini, punti chiave e strategici per il nostro territorio e che siamo sicuri la cui guida affidata a due donne serie, capaci e determinanti come loro, può solo essere una garanzia del buon fare e della leale collaborazione".

Luca D'ambra* | Sia a titolo personale, sia come presidente dell'associazione Federalberghi delle isole di Ischia e Procida, mi compiaccio della rapida soluzione della crisi di governo, grazie all'autorevolezza di Mario Draghi.

La squadra dei ministri, che si apprestano a giurare, è abbastanza variegata: un misto inevitabile tra tecnici e politici, la vera scommessa del Governo.

Non ci pare complicato capire le ragioni che hanno presieduto alla composizione del nuovo governo. Alla Transizione ecologica, il ministero chiesto a gran voce da Grillo, Roberto Cingolani, mentre Vittorio Colao, altro nome che ha fatto parte della task force dell'esecutivo precedente ritorna, da titolare dell'Innovazione tecnologica.

Dopo il giuramento del nuovo governo ed il passaggio di testimone con la cerimonia della campanella con il premier uscente Conte, ora Mario Draghi, assieme al resto del suo governo, si sottoporrà al voto di fiducia alla Camera nella giornata di mercoledì. Sono invece diventati superflui quelli che erano stati definiti responsabili, gli europeisti del Maie e del Centro democratico di Tabacci, che avevano costituito un gruppo al Senato per garantire la formazione di un governo Conte ter e che ora sono ridotti solo ad un orpello per il presidente Draghi.

Quanto agli equilibri di una variegata maggioranza, 'Super Mario' tenta di trovare la quadra: 4 M5S, 3 Pd, 3 Lega, 3 Fi, 1 Leu e 1 Iv. Già attivi come ministri del passato governo anche Elena Bonetti di Italia Viva e Roberto Speranza, che ha spesso utilizzato i suoi profili per invitare alla prudenza gli italiani nel corso della pandemia. Del Pd sono Andrea Orlando, Lorenzo Guerini e Dario Franceschini. Della Lega sono Erika Stefani, Giancarlo Giorgetti e Massimo Garavaglia.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE