Morto Raffaele Cutolo, era il camorrista più famoso d’Italia

Modesto Morganelli
Febbraio 17, 2021

Il boss è deceduto nella serata di oggi, 17 febbraio 2021, dopo una lunga malattia. Il boss mafioso, fondatore della Nuova camorra organizzata, era ricoverato nel reparto sanitario detentivo del carcere di Parma.

Cutolo era già malato da tanto tempo.

Ad agosto dello scorso anno, Cutolo era stato ricoverato in ospedale a causa dell'aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Carcere
Carcere

Nell'ultimo periodo Cutolo era stato più volte trasferito dal carcere al reparto ospedaliero. Il tribunale di Bologna, lo scorso giugno, sottolineò come le sue condizioni fossero compatibili con la detenzione.

Poeta e duellante con la molletta dentro un carcere; pazzo per finta o per davvero; evaso dal manicomio giudiziario di Aversa; latitante, padre che vede l'unico figlio maschio ed erede ucciso dalla 'ndrangheta; l'uomo che forse ha ispirato il celebre professore di Fabrizio De Andrè e probabilmente ha urinato sulle scarpe di Totò Riina come racconta un pentito; il boss che ha sposato nel carcere dell'Asinara una donna molto giovane e che poi l'ha resa madre con l'inseminazione artificiale, è morto a 79 anni con quattro ergastoli. E subito proseguivano: "Nonostante l'età e la perdurante detenzione rappresenta un 'simbolo' per tutti quei gruppi criminali" che continuano a richiamarsi al suo nome. Cutolo è uno dei detenuti più anziani d'Italia se non il più anziano in assoluto al carcere duro. Due anni fa in un documentario girato dall'attore, regista e sceneggiatore Gianfranco Gallo venne posta anche la questione di Denise Cutolo, figlia dell'uomo, avuta con la fecondazione assistita.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE