Riapertura cinema e teatri il 27 marzo, ok di massima dal CTS

Cornelia Mascio
Febbraio 27, 2021

"Il confronto con il CTS e le integrazioni ai protocolli di sicurezza potranno consentire, in zona gialla, la riapertura di teatri e cinema dal 27 marzo, Giornata mondiale del teatro, e l'accesso ai musei su prenotazione anche nei week end", ha scritto il ministro dem in un post su Twitter. Tuttavia, c'è ancora un mese a disposizione prima della riapertura del mondo dello spettacolo, pertanto i colori dell'Italia potrebbero variare di molto. Sicuramente i protocolli di sicurezza saranno basati sull'obbligo di mascherina, sul rispetto delle distanze di sicurezza e sugli ingressi contingentati degli spettatori ai cinema così come ai teatri.

"Stiamo lavorando per una graduale riapertura dei luoghi di cultura", spiega Gelmini. È un percorso, non è un risultato ancora acquisito. Ma è un segnale che va nella giusta direzione. E che speriamo possa presto coinvolgere anche altre attività economiche. "Ma lavoriamo, con fiducia, per un graduale, responsabile e attento ritorno alla normalità", ha confermato Mariastella Gelmini.

Il nuovo DPCM, che entrerà in vigore il prossimo 6 marzo, verrà annunciato nella giornata di domani. Il primo è che gli spettacoli saranno consentiti solo nelle aree della zona gialla. "La situazione è seria, c'è una crescita dei casi in Italia come in altri Paesi come la Francia per l'impatto delle varianti". Lo ha detto bene il presidente Draghi.

Il Comitato tecnico scientifico sul coronavirus dovrà adesso pronunciarsi sul nuovo protocollo anti-Covid per cinema e teatri, presentato in vista del nuovo Dpcm. Si parla infatti di un lavoro pressoché normale, quindi anche nel weekend, tassativamente nelle zone gialle.

Per aprire il 27 sarà necessaria una valutazione finale sull'andamento della pandemia e su come si sarà evoluta due settimane prima, vale a dire il prossimo 12 marzo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE