Denise Pipitone, la mamma Piera: "Attendo speranzosa, ma non mi illudo"

Paola Ditto
Aprile 5, 2021

Il primo test genetico ha dato esito negativo: la ragazza apparsa nella tv russa non è figlia di Valentina Kharyova, la donna russa che aveva reclamato per prima la maternità.

Sul possibile ritrovamento in Russia di Denise Pipitone, il caso della bimba scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo, la mamma Piera Maggio, che in questi giorni ha scelto la strada del silenzio, ha comunicato poche parole sui social.

Una ragazza russa, Olesya Rostova, è apparsa davanti alle telecamere del suo Paese per provare a ricongiungersi con la propria famiglia e in maniera ancora più netta per scoprire maggiori elementi possibili in merito al suo oscuro passato. Nel frattempo, il legale di Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, si dice pronto a contattare l'ambasciata italiana a Mosca qualora l'esito del test del Dna effettuato sulla ragazza russa arrivi entro il weekend.

Il caso di Denise negli anni è diventato un vero simbolo del dolore che provano i genitori ai quali sparisce un figlio o una figlia, ma anche un messaggio per continuare a sperare e a lottare.

"Abbiamo fatto uno studio sul nome Olesya - ha aggiunto l'avvocato Frazzitta - e nella letteratura ucraina-russa è la protagonista di un romanzo che narra la storia di una giovane nipote che vive con la nonna ed è perseguita dalla comunità rurale fino a quando scompare". Andiamo quindi a vedere come si è riaperto il caso. La somiglianza tra la ragazza e Piera Maggio non è passata assolutamente inosservata, consentendo ai riflettori di accendersi di nuovo sull'intricato caso, anche se al momento è bene non avere troppe aspettative sulla buona conclusione della vicenda. Olesya, inoltre, ha la stessa età che avrebbe oggi Denise, ma non ricorda nulla della sua infanzia.

Laddove il gruppo sanguigno di Olesya e Denise dovesse essere il medesimo si passerebbe alla fase 'numero due', vale a dire a fare ulteriori approfondimenti sul test del Dna. La forza dell'amore e il potere della speranza smuovono le corde più profonde nell'anima delle persone, e la tragedia di una singola famiglia unisce una nazione intera.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE