Covid Lazio, bollettino di oggi: - casi, decessi, ricoveri e terapie intensive

Rodiano Bonacci
Aprile 6, 2021

'Oggi su oltre 15 mila tamponi nel Lazio e oltre 22 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.523 casi positivi, 26 i decessi e 802 i guariti. A Roma città sono stati diagnosticati 710 casi, mentre nelle province 297 contagi e quattro decessi.

Asl di Frosinone: si registrano 31 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare.

Nella Asl Roma 1 sono 256 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di persone con patologie. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 234.470, i decessi 6.848 e il totale dei casi esaminati è pari a 294.896, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Asl Roma 5: sono 56 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 3 sono 89 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano cinque decessi con patologie.

Asl Roma 4: sono 12 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Diminuiscono anche i decessi che sono 26 (uno in meno). Nella Asl Roma 6 sono 147 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Latina sono 204 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di persone di 66, 83 e 92 anni con patologie. Si registrano tre decessi di 67, 79 e 99 anni con patologie.

Asl di Rieti: si registrano 13 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. "Si registra un decesso di 97 anni con patologie" conclude. Così si esprime in una nota l'assessore regionale alla sanità D'Amato.

Sul ritorno in Zona Arancione e sulla riapertura delle scuole D'Amato è stato laconico: "L'obiettivo prioritario è quello di correre nelle vaccinazioni, lo strumento che ci consentirà di riaprire progressivamente le attività e il settore scolastico. Rimane pertanto prioritario correre e vaccinare".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE