Emorragia cerebrale, a Messina avvocato muore dopo il vaccino

Modesto Morganelli
Aprile 6, 2021

L'uomo, ricoverato per un'emorragia cerebrale, è ricoverato in condizioni gravissime in Rianimazione. Fino alla settimana scorsa l'ente aveva dichiarato di non avere prove scientifiche sul rapporto di causa-effetto tra trombosi e somministrazioni, ma ora bisognerà capire se stilare "una raccomandazione aggiornata", e quindi se ufficializzare la trombosi tra le reazioni avverse al vaccino. Nell'ambito delle vaccinazioni dedicate alla categoria degli avvocati, gli era stato somministrato il vaccino AstraZeneca e dopo la somministrazione - dalle informazioni in nostro possesso - aveva iniziato a sentirsi male accusando cefalea e dolori addominali. "Ad Aifa si segnalano tutti gli accadimenti sospetti, vedremo poi alla luce delle analisi cliniche sulle quali sono già al lavoro gli specialisti al San Martino", ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso di una diretta sul suo profilo facebook. Ieri il peggioramento all'improvviso.

Poi il peggioramento e a Pasqua la trombosi. Allo stato, in ogni caso, non è confermata nessuna correlazione tra il decesso e il farmaco e si attende l'esame autoptico.

Il legale del Foro della città nebroidea a marzo, si era sottoposto al vaccino astrazeneca.

Domani i magistrati del pool sanita', coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Pinto, si riuniranno per valutare se ipotizzare reati. Il Comitato di Valutazione dei rischi per la Farmacovigilanza dell'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), nella riunione del 18 marzo 2021, ha confermato il favorevole rapporto beneficio/rischio del vaccino antiCovid19 AstraZeneca manon ha specificato il rapporto beneficio/rischio per le fasce d'età 30/60 anni.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE