Sesso e gossip su Instagram, studentesse alla gogna a Marano di Napoli

Rodiano Bonacci
Settembre 5, 2017

Sono sempre più frequenti i casi di Cyberbullismo, la piaga che negli ultimi tempi ha preso il sopravvento e che pare lungi dal dissolversi nonostante le numerose segnalazioni, dibattiti ed eventi atti a contrastarlo L'ennesimo episodio sta accadendo in queste ore a Marano di Napoli, dove sono stati denunciati due profili anonimi di Instagram, che avrebbero diffuso immagini a sfondo sessuale di alcuni ragazzi e ragazze locali. Le pagine nascono nel giro di poche ore e si diffondono molto rapidamente. E ancora: "Claudia tradisce Luca", "Quella è una lesbica". I protagonisti delle storie hot spesso vengono anche identificati con foto e video. Si parte con una prima "Storia" con cui si dà il via all'"inciucio". Si legge di tutto: insulti, offese pesanti, sfottò di pessimo gusto che potrebbero avere conseguenze incalcolabili sulla psiche delle giovani vittime.

Un profilo che in barba di ogni normativa racconta pettegolezzi e storie su vita privata con tanto di particolari veri o presunti, piccanti. "Questi ragazzi devono capire l'importanza della sfera privata e di quanto sia ingiusto, meschino e crudele mettere alla gogna i propri coetanei attraverso il racconto delle loro vicende intime". L'inciucio condito di volgarità e foto hard rischia in questo modo di diffondersi a macchia d'olio. E questo uno degli appelli che sono giunti alla nostra redazione su una serie di profili del Social Instagram che starebbero "cyberbullizzando" gli adolescenti dell'area Nord da Mugnano a Marano, da Giugliano a Qualiano. Secondo una ricerca effettuata da una delle organizzazioni più attive in Euorpa sul fronte della lotta al bullismo e al cyberbullismo, Instagram è diventato il social network più adoperato dai ragazzi per scrivere commenti offensivi e lesivi della dignità delle persone.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE