Pasta infestata da insetti, scatta l’allarme: "Potrebbe già trovarsi in casa"

Remigio Civitarese
Ottobre 22, 2019

Si tratta in particolare di un tipo di pasta secca, commercializzato in più di un lotto e del quale non si conosce ancora la marca. La scarsità di informazioni sul motivo del ritiro fa crescere la preoccupazione dei consumatori non conoscendo le conseguenze per la salute che ne potrebbero derivare dall'assunzione.

Al momento si conoscono solo pochi dettagli.

Pur essendo una notizia parziale, diffusa dal portale Sportello dei diritti, è fondamentale pubblicare questo tipi di richiami e aggiornali in tempo reale con delle notizie certe: questo a tutela della salute del consumatore che può, in tal modo, proteggersi da eventuali errori nella preparazione degli alimenti.

Lo Sportello dei Diritti e gli enti preposti hanno diffuso un allarme in merito alla possibile presenza di pasta contaminata fabbricata in Italia. La segnalazione è partita dalla Danimarca, che il 17 ottobre ha pubblicato l'avviso di sicurezza 2019.3622 dal titolo: "Pasta from Italy infested with insects", ovvero "Pasta dall'Italia contaminata da insetti".

L'avviso riporta che si tratta di fusilli Gestus da un chilo con data di scadenza 11.04.2021, EAN 5701410364724, commercializzati dall'azienda Dagrofa, stabilimento Kærup Industrivej 12, 4100, situato nel comune danese di Ringsted. Tutto questo nonostante il prodotto sia già stato immesso nel mercato nazionale e internazionale, in alcuni supermercati della Danimarca, dell'Islanda e di altri paesi membri. Si dovrebbe trattare di pasta all'uovo per lasagne, ma per ora non si conoscono né la marca né la situazione della sua commercializzazione.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

PIÙ POPOLARE GrafFiotech

Segui i nostri GIORNALE