Meningite, sesto caso a Bergamo: è il marito della donna morta

Modesto Morganelli
Gennaio 14, 2020

L'uomo ricoverato è il marito di Marzia Colosio, la donna di 48 anni morta 10 giorni fa. Le condizioni della paziente - spiega una nota dell'Ausl Romagna - "sono serie ma stabili" e la la situazione "costantemente monitorata, non prefigura allarme sanitario". Siamo riusciti anche a strappargli un sorriso con una battuta. Ripeto: Romano sta bene, è fuori pericolo, e noi siamo tranquilli. Questo elemento conferma la scelta di procedere all'offerta vaccinale estesa alla popolazione della zona.

Psicosi da meningite a Sarnico, si svuotano i luoghi pubblici La psicosi da meningite ha colpito in particolar modo il paese di Sarnico (Bergamo), dopo due decessi e altri tre casi di contagio da dicembre.

I casi di meningococco accertati nel basso Sebino salgono dunque a sei: cinque - di cui due, purtroppo, fatali - sono stati ricondotti al ceppo C, mentre uno solo (contratto da un 16enne di Castelli Calepio) è di tipo B. La campagna vaccinale a tappeto messa in campo dalle autorità sanitarie dal 27 dicembre al 12 gennaio ha portato, in provincia di Bergamo, alla vaccinazione di 11.400 persone, di cui 3.343 attraverso i medici di base.

"Non ha sortito completamente l'effetto auspicato - fa sapere l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera - a causa della sue pregresse fragili condizioni di salute. Le azioni di profilassi per i contatti più stretti sono già state attivate dall'Ats di Bergamo". Invito tutti, sinceramente, a tornare alla normalità della vita sociale", evidenzia l'assessore Gallera, che si dice "rammaricato per alcune scelte eccessivamente emotive e non giustificabili adottate nei giorni scorsi nell'ambito del settore sportivo: "la scelta di cancellare addirittura manifestazioni sportive in calendario, alcune delle quali si giocano all'aperto, non è utile in alcun modo e non giova a questo territorio e ai suoi abitanti".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE