Coronavirus, anche i medici di famiglia potranno prescrivere i farmaci anti Aids

Modesto Morganelli
Marzo 26, 2020

Il responsabile dell'Agenzia Italiana del Farmaco ha aperto alla possibilità che anche i medici di base possano prescrivere ai pazienti che hanno contratto l'infezione il farmaco in questione. Lo ha affermato a Radio Capital il direttore generale del'Aifa Nicola Magrini.

Rispondendo alle domande sulla carenza di alcuni farmaci e sulle terapie antivirali (tra cui alcune terapie anti-Hiv) che sempre più persone chiedono come terapia preventiva, Magrini ha spiegato che "stiamo lavorando per autorizzare a breve i medici di famiglia a prescrivere i farmaci anti-Aids". Magrini ha inoltre sottolineato come per altri farmaci, come l'anti-malarico clorochina, ci siano invece "rischi" ed è "necessaria cautela rispetto ad un uso di massa".

Nel corso dell'intervista, Magrini ha ricordato quanto sia importante ancora seguire le regole imposte dall'isolamento.

"Il numero dei nuovi casi, che determina il numero dei ricoverati è in calo da 4 giorni, in linea con le previsioni. Gli ultimi dati sono buoni e condivido la previsione dell'Oms del picco dei ricoveri ospedalieri entro la settimana".

Sulla crisi coronavirus, per Magrini "non siamo ancora fuori dall'emergenza e non bisogna mollare, bisogna restare a casa ancora per 2-3 settimane almeno". "Tutti gli studi possibili sono stati avviati nel più rapido tempo possibile, prima ci volevano 1-2 mesi ora 1-2 giorni", ha concluso Magrini.

Il direttore dell'Aifa ha poi sottolineato che sono in arrivo scorte di tamponi: "Tuttavia - ha sottolineato- i tamponi di massa o su larghi campioni hanno secondo me una valenza di ricerca. L'idea che abbiano un uso terapeutico, salvo per coloro che hanno sintomi... per me non e' necessario".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE