Coronavirus, Gualtieri:utile ipotesi eurobond Mes senza condizioni

Remigio Civitarese
Marzo 26, 2020

In Italia nel frattempo si corre per fare arrivare il prima possibile a "tutti i lavoratori" gli aiuti del decreto Cura Italia, dalla cassa integrazione agli indennizzi per gli autonomi. Lo assicura il ministro dell'Economia, Gualtieri, in audizione sul decreto 'Cura Italia'. L'intervento del Parlamento può essere marginale perché noi abbiamo utilizzato la maggior parte delle risorse e il miglioramento appare limitato. "Si tratterebbe di una perdita grave ma gestibile e recuperabile". Gualtieri ha spiegato che nel prossimo decreto atteso ad aprile si terrà conto delle ulteriori misure restrittive anti-Covid-19, e che alla conference call del G7 si è approvato un comunicato "molto deciso nell'indicare misure molto incisive di natura di bilancio". E sottolinea che il governo sta anche "rafforzando" le risorse alla Sanità. "Si stima - ha confermato l'esponente del Governo - una forte contrazione in marzo, ipotizzando la continuazione delle difficoltà anche in aprile e solo un graduale miglioramento nei due mesi successivi".

"Ecco - ha proseguito - tutte queste possibilità su cui è in corso una riflessione sono tutte ipotesi utili a cui dovrebbe, a nostro giudizio però, aggiungersi la possibilità di emettere uno strumento di debito comune europeo per finanziare in modo adeguato alle stesse condizioni, per tutti i paesi, gli interventi necessari". Le risorse a disposizone "saranno ulteriormente potenziate e rafforzate per essere sufficienti" anche rispetto alla stretta che da ultimo ha comportato la chiusura delle fabbriche e di tutte le attività considerate non essenziali.

Nota positiva per "le entrate di marzo" che sono andate meglio delle previsioni per "circa 5,3 miliardi".

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri rassicura chi non ha pagato i tributi entro lo scorso 20 marzo, prevista una norma che stralci le sanzioni.

Dal gettito acquisito finora per marzo, invece, le minori entrate si fermerebbero quindi a 2,5 miliardi.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE