L’intervista a George Soros su Salvini e l’euro

Remigio Civitarese
Mag 22, 2020

Il finanziere di origini ungheresi George Soros ha rilasciato un'intervista al quotidiano olandese De Telegraaf in cui ha parlato della difficile situazione economica dell'Italia e delle sua preoccupazione per il consenso politico di Matteo Salvini. Fortunatamente - continua Soros - la sua popolarità personale è diminuita da quando ha lasciato il governo, ma il sostegno alle sue posizioni sta guadagnando slancio. Il magnate si chiede poi cosa sarebbe dell'Europa se l'Italia decidesse di uscire dall'Unione Europea: "L'Italia era solita essere il paese più filo-europeo con gli italiani che si fidavano dell'Europa più dei propri governi e con buone ragioni. Ma sono stati maltrattati durante la crisi dei rifugiati del 2015". "A questo punto gli italiani scelsero in massa di votare a favore della Lega di Salvini e del Movimento 5 Stelle", conclude.

Nell'intervista Soros spiega come la Ue possa mantenere il suo rating AAA e emettere perpetual bond, conosciuti come Consol in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, per affrontare la duplice sfida del Covid e del cambiamento climatico. La sua proposta prevede che la Ue autorizzi l'utilizzo di "risorse proprie" sufficienti senza attendere che i fondi siano materialmente raccolti. Che sono in maggioranza.

Gli unici obblighi per i membri Ue riguarderebbero i "trascurabili" pagamenti degli interessi annuali, un grado di mutualizzazione che dovrebbe venire "facilmente accettato" dagli stati membri all'unanimità o sotto qualche forma di "cooperazione di volontà".

Per Soros, il recente "allentamento delle norme sugli aiuti di Stato" Ue, "che favorisce la Germania, è stato particolarmente iniquo nei confronti dell'Italia, già il soggetto più debole in Europa, e poi anche il più duramente colpito dalla Covid-19". Ma ecco che la replica arriva dal diretto interessato e più spiccata che mai: "Essere attaccato dal 'signor' Soros, speculatore senza scrupoli e nemico dell'Italia, sostenitore dell'immigrazione clandestina e finanziatore di Ong di ultrasinistra, è per me un onore e una medaglia!".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE