Campania, riaprono le spiagge e ok agli sbarchi privati sulle isole

Paola Ditto
Mag 23, 2020

Tra le prime Regioni a riaprire c'è il Veneto, dove gli stabilimenti balneari possono riprendere le proprie attività già dal 18 maggio. "E' consentita la riapertura delle attività degli stabilimenti balneari". All'arrivo e fino al raggiungimento del proprio posto bisognerà indossare la mascherina e così anche all'uscita. E' consentito anche lo sbarco sulle isole con mezzi privati da diporto, limitatamente alla mobilità infraregionale relativa ai cittadini residenti o domiciliati in Campania.

Infine, da lunedì riaprono gli zoo regionali, quello di Napoli e delle Maitine. "Questo consentirebbe di avere interi tratti omogenei sicuri e tutelati da parte dei concessionari e la facoltà da parte delle comunità costiere di governare e tutelare tratti di spiaggia libera ben identificati e indicati e non sparpagliati lungo la linea costiera per un duplice effetto importantissimo, da un lato assicurare a tutti la fruizione della spiaggia libera e dall' altro razionalizzare le risorse economiche per disciplinare e tutelare accessi e distanziamenti". - "Chi apre domani è un pazzo a mio parere". Per noi titolari di lidi è diverso. Sono infatti iniziati i lavori di realizzazione delle rampe e delle passerelle per l'accesso all'arenile, affidati alla ditta Finocchio Santi di Santa Teresa che è entrata in azione con un escavatore a partire dall'estremità sud, nel quartiere Barracca, provvedendo a dare forma alle rampe un sabbia sulle quali verranno posizionate le mattonelle in cemento per consentire ai bagnanti di raggiungere agevolmente il mare. "Ma soprattutto sarà necessario organizzare il flusso della clientela in anticipo con le prenotazioni nel rispetto delle regole indicate nell'ordinanza".

"A proposito poi di Anci: rammentiamo all'associazione dei comuni della Liguria che siamo stati noi a raccomandare che quest'estate, nelle spiagge libere della nostra regione, si desse la precedenza alle famiglie, in particolare modo a bambini e ragazzi che con il lockdown hanno sofferto moltissimo".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE