Ezio Bosso, il ricordo di Alba Parietti su Chi: 'Un carattere fortissimo'

Brunilde Fioravanti
Mag 23, 2020

"Dopo cinque minuti passati con lui ti convincevi che i malati fossero tutti gli altri", scrive Alba Parietti su Ezio Bosso, e in una frase troviamo la perfetta descrizione del maestro: "Un artista talmente intrigante che avrebbe potuto essere il più bel romanzo di Oscar Wilde". Voglio che il mio sia un omaggio sincero, scevro da qualunque lettura maliziosa. Non ho mai creduto che la vita di Ezio potesse finire così presto e non l'ho mai visto come una persona fragile o malata: dopo cinque minuti passati con lui ti convincevi che i malati fossero tutti gli altri.

Parole simili a quelle espresse nella lettera della nota showgirl italiana sono state pubblicate anche sull'account Instagram di Alba Parietti, dove però la donna è stata attaccata e criticata.

In un lungo post social così ha esordito la Parietti: "Lasciate che ognuno scelga le proprie amicizie e che possa esprimere come meglio desidera dolore e affetto". Perché Ezio sapeva sdrammatizzare a sapeva portarti immediatamente lontano dal pensiero della sua condizione.

Ezio Bosso, racconta la showgirl, "non amava farsi commiserare, aveva alcune durezze nel carattere che oggi suonano come una forma di difesa, per sé e per gli altri".

Ci siamo detti tante cose, ho passato giornate intere a piangere guardando il soffitto pensando a quanto fosse tragico il suo destino e volevo convincermi che non fosse così.

Bosso era dunque "fragile fisicamente, ma fortissimo di carattere, era un uomo che metteva in dubbio ogni tua certezza, conoscerlo è stato un dono raro". Perché sono abituata a manifestare i miei stati d'animo e perché voglio rendere omaggio a una persona che ha lasciato un segno nella mia vita e anche in quella di chi non lo conosceva. Rivisto a Sanremo nel 2016, Alba Parietti fu in quella occasione "folgorata" dalle parole e dalla musica di Ezio Bosso, "come un'apparizione". Da allora lo ha frequentato e ne ha amato "l'anima geniale, il suo carattere deciso e la sua intelligenza raffinata, la sua..." Ezio non era in balia degli altri, casomai, purtroppo, era in balia della sua malattia e per questo non voleva sentirsi compatito o suscitare tenerezza. Le persone non sono proprietà.

In un altro post la Parietti risponde a tono e mette a tacere tutte le polemiche: "Questa è una polemica sterile e volgare". Soprattutto se vengono usate parole che non possono offendere nessuno semmai onorarne la memoria.

Infine, Alba Parietti ha così espresso la sua mortificazione: "Per rispetto vorrei chiudere questo teatrino di fake e commenti, totalmente fuori luogo, e questa, a dire poco rispettosa, volgarità su un ritratto affettuoso". La testata in questione è il magazine Chi. "L'ho fatto con affetto, cercando le parole più adeguate delicate e rispettose. Non accesso insulti da nessuno". Io gli ho voluto bene come tutti e, siccome si tratta di una persona per me importante, ne parlo e solo con affetto infinito. "Ho avuto il privilegio di conoscere Ezio Bosso, un uomo di grande carisma e fascino".

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE