Tennis, Cts boccia linee della Fit: Internazionali d'Italia a porte chiuse

Paola Ditto
Agosto 1, 2020

Gli internazionali d'Italia, in programma dal 20 al 27 settembre, si svolgeranno a porte chiuse. Il Comitato Tecnico Scientifico, chiamato in causa dalla Federtennis per analizzare e valutare le linee guida circa l'apertura degli impianti in occasione degli Internazionali BNL d'Italia 2020, ha bocciato la proposta della Fit considerando le misure inadatte a prevenire il rischio di contagio da Covid-19. Impossibile il distanziamento sociale in grandi eventi sportivi, a differenza ad esempio di quanto può succedere a cinema o a teatro. Lo studio dell'impianto centrale ha rilevato una larghezza di soli 43 centimetri dei seggiolini riservati agli spettatori, discorso identico per quanto riguarda i 12 campi minori pur con dei seggiolini leggermente più ampi. Secondo il Cts, tale misura non è in grado di garantire la sicurezza.

Non è un segreto che sulle valutazioni del Cts abbia pesato anche l'esito disastroso dell'Adria Tour. Il torneo, svolto tra Croazia e Serbia e organizzato da Novak Djokovic, ha visto positivi al virus lo stesso numero 1 al mondo, Dimitrov, Coric e altri giocatori. Questa bocciatura del Cts apre un ulteriore discorso, quello dei rimborsi, la Federtennis infatti dovrà risarcire coloro che hanno già in mano un biglietto per il torneo.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE