Eurozona: stima flash, inflazione sale a 0,4 per cento - Europa

Cornelia Mascio
Agosto 2, 2020

I dati domestici si aggravano utleriormente se paragonati allo stesso trimestre del 2019: Spagna (-22,1%), Francia (-19%), Italia (-17,3%), Portogallo (-16,5%). "Sono di gran lunga i ribassi più netti mai osservati dall'inizio delle serie storiche avviate nel 1995", ha precisato Eurostat. Nel primo trimestre 2020, il Pil era sceso del 3,6% nell'eurozona e del 3,2% nell'Ue-27.

"Rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, il PIL destagionalizzato è diminuito del 15,0% nell'area euro e del 14,4% nell'UE nel secondo trimestre 2020, dopo delle contrazioni del -3,1% e -2,5% rispettivamente nel trimestre precedente".

L'indice dei principali prezzi invece ha registrato un +1,2%.

A luglio, mese in cui le misure di contenimento del coronavirus sono rimaste attenuate, il tasso annuo di inflazione dell'area euro è stimato in salita, allo 0,4%, rispetto allo 0,3% di giugno: questa la prima valutazione di Eurostat. Escludendo le componenti volatili di prodotti alimentari ed energia - una misura definita dalla Bce come inflazione 'core' e cruciale per le decisioni di politica monetaria - il'inflazione è aumentata dell'1,3% dall'1,1% di giugno, secondo Eurostat.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE