MotoGP, nuove modifiche al calendario: cancellati tre GP

Paola Ditto
Agosto 2, 2020

L'emergenza sanitaria continua a mietere vittime nel calendario della MotoGP: cancellati definitivamente i GP d'Argentina, Thailandia e Malesia.

Continuano quindi le modifiche al calendario del Motomondiale, che (importante novità) a fine novembre potrà contare su un altro appuntamento subito dopo Valencia.

"FIM, IRTA e Dorna Sports - recita il comunicato - si rammaricano di annunciare la cancellazione del Gran Premio Motul de la Republica Argentina, OR Thailand Grand Prix e del Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix per il 2020". La location non è ancora stata definita e sarà annunciata nel mese di agosto. "La passione dei tifosi li vede spesso impegnati a viaggiare attraverso i continenti per godersi il MotoGp con noi a Termas de Rio Hondo, Buriram e Sepang creando così un'incredibile atmosfera e un'accoglienza unica per questo sport".

"Vorrei ringraziare Dorna, tutte le squadre, le federazioni nazionali e gli organizzatori locali per averci permesso di tornare in pista". Stiamo guardando molto avanti coi ritorni di Thailandia, Argentina e Malesia il prossimo anno e come sempre, mi piacerebbe ringraziare i fan per la loro pazienza e comprensione. Tuttavia, siamo lieti di aggiungere un altro Gran Premio in Europa al calendario 2020 e di rivelare il nostro nuovo accordo che vedrà gareggiare la MotoGP in Thailandia a Buriram almeno fino al 2026.

Malgrado la cancellazione del GP di Buriram, è stato anche raggiunto un nuovo accordo con i promotori del GP della Thailandia: il Chang International Circuit rimarrà nel calendario del Campionato del mondo MotoGP almeno fino al 2026. "Aggiungeremo infine -ha concluso lo spagnolo - un 15° Gran Premio in Europa, che verrà annunciato in seguito". Inoltre, Dorna ha già iniziato a lavorare con i promotori dei GP di Argentina e Malesia per definire possibili date da proporre alla FIM per gli eventi del 2021.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE