Venere, fosfina nell'atmosfera: possibili forme di vita

Rodiano Bonacci
Settembre 15, 2020

Questa scoperta suggerisce che Venere potrebbe ospitare processi fotochimici o geochimici sconosciuti se non addirittura la vita sotto forma di batteri che vivono in quota a circa 80 chilometri dalla superficie.

La fosfina è una molecola tossica con un odore persistente di aglio e pesce morto.

Non solo su Marte, anche su Venere forse c'è vita. Ora gli scienziati si interrogano sulla provenienza: potrebbe essere qualcosa di inaspettato che potrebbe essere spiegato da altri processi.

Gli autori hanno, infatti, calcolato che queste sorgenti non biologiche producono al massimo un decimillesimo della quantità di fosfina vista dai telescopi. Secondo gli autori dello studio questa molecola composta da un atomo di fosforo e tre di idrogeno si trova tra le nubi di Venere con una bassa concentrazione.

Gli astronomi hanno verificato questi processi ma nessuno può produrre abbastanza fosfina.

La scoperta della fosfina è però inaspettata, perché l'ambiente delle nubi di Venere è altamente acido e al momento è difficile ipotizzare che forme di vita possano esistere in quelle terribili condizioni. "Sono necessarie ulteriori osservazioni e modelli per esplorare l'origine della fosfina nell'atmosfera di Venere". La scoperta è stata pubblicata su Nature Astronomy.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE