AstraZeneca a over 60, circolare ministero Salute e parere Cts

Rodiano Bonacci
Giugno 13, 2021

La comunicazione arriva dall'Ulss 5 Polesana che ha recepito le indicazioni del ministero.

In attesa dunque del pronunciamento del Comitato Tecnico Scientifico in merito alla somministrazione del vaccino AstraZeneca agli under 60 e sul possibile cambio di farmaco per la seconda dose, il commissario per l'emergenza covid in Umbria, Massimo D'Angelo, ha disposto, precauzionalmente per la giornata odierna (venerdì 11 giugno), la sospensione delle somministrazioni di seconde dosi di vaccino AstraZeneca a tutti i soggetti di età inferiore a 60 anni. L'Ulss 5 Polesana comunica inoltre che, come da prassi già in uso nella Regione del Veneto e come da raccomandazioni Aifa delle scorso aprile, le persone sotto i 60 anni di età, in prima dose, vengono vaccinate con vaccino a mRna (Pfizer o Moderna). "Per persone che hanno ricevuto la prima dose di tale vaccino e sono al di sotto dei 60 anni di età, il ciclo deve essere completato con una seconda dose di vaccino a mRNA", Pfizer o Moderna, "da somministrare ad una distanza di 8-12 settimane dalla prima dose", si legge nella circolare 'su Aggiornamento parere Cts vaccini' firmata ieri dal direttore generale della Prevenzione Sanitaria, Gianni Rezza, basato sul parere del Comitato tecnico scientifico. Dall'assessorato spiegano che "si sta facendo una riprogrammazione tenendo conto: del vaccino a disposizione, delle prime dosi in programma agli under 60 (adesso principalmente 40enni e 30enni), dell'intervallo tra prima e seconda dose".

Veniamo ai dati del ministero che il Corriere ha ottenuto e che fanno capire quante persone sono coinvolte in queste "montagne russe": sono 186.957 le persone under 60 in Lombardia vaccinate per ora solo con prima dose col vaccino AstraZeneca e in attesa di seconda.

Altre relazioniGrafFiotech

Discuti questo articolo

Segui i nostri GIORNALE